Prendiamoci il nostro mare, è gratis!

Prendiamoci il nostro mare, è gratis!

Dopo una serie infinita di week-end con l’appuntamento fisso con la pioggia, arriva il tanto sospirato fine settimana di Pasqua, quello che, di fatto, anticipa la bella stagione, quello delle “meteo-polemiche” infinite, dei bollettini rei, secondo gli addetti ai lavori, di far spaventare turisti occasionali o villeggianti abitudinari.

Stagione terribile questa da un punto di vista previsionale, scrivevo pochi giorni fa: un periodo dell’anno dove la parola stabilità e affidabilità fanno a pugni dalla mattina alla sera e vanno a dormire con un occhio aperto e l’altro semi chiuso”…

E difatti, sebbene siamo diventati tutti affannosamente “drogati” dalle previsioni facili, l’app, l’icona, il simbolino da controllare spasmodicamente alla ricerca della previsione desiderata, ci si deve arrendere all’evidenza, e prendere atto che a distanza di una settimana anche i grandi big della comunicazione, professionisti indiscussi della meteorologia in Italia non ne avevano azzeccata una!!!

Estratto dal post del 24 marzo:

“E quindi a Pasqua posso sperare nella prima tintarella di stagione? E a Pasquetta posso organizzare la grigliata con gli amici?

Quelli de ilmeteo.it mettono sole, nuvola, gocce e temporale in un unico simbolo, sia per domenica che per lunedi, così, per non sbagliare; il Centro Epson pioggia debole domenica sino all’alba, poi nuvoloso durante la giornata, sole e nubi lunedi, ma senza pioggia; 3bmeteo piovosa la domenica di Pasqua, soleggiato il lunedi da pic-nic.

Sapete quante volte cambieranno queste (apparentemente) strambe e variegate previsioni?”

E dopo tante (in)certezze, il caos atmosferico ha messo d’accordo tutti, e ribaltando la consuetudine e l’andamento meteo-climatico delle ultime settimane, e le previsioni di una settimana fa, ci ha regalato due giornate asciutte, in mezzo a tanta pioggia!!!

Il passaggio perturbato di quest’oggi ci abbandonderà definitivamente entro la serata, non prima di averci “regalato” uno strascico instabile nel corso del pomeriggio con la rotazione in quota delle correnti da nord. Dopodichè, finalmente, le correnti settentrionali prevarranno anche al suolo, i cieli diverranno pressocchè sereni su tutta la regione e domani, giorno di Pasqua, sarà il sole il vero protagonista di giornata.

Attenzione al vento, in particolare durante la prima parte di giornata che soffierà da nord abbastanza sostenuto soprattutto sul settore centrale, dopodiché potremmo anche pensare di fare una bella passeggiata in riva al mare, “quella roba” che i milanesi, per farlo, sono costretti a ore di macchina e qualche centinaio di euro!

Per noi è gratis, ce lo abbiamo lì, a portata di mano. Dovremmo prendercelo domani, il nostro mare, le nostre passeggiate, i bambini che corrono, che giocano e che gridano felici inconsapevoli fruitori dello spettacolo delle nostre riviere…

E a Pasquetta si può azzardare la grigliata, magari non troppo in quota. Lunedi farà da prodromo di un nuovo e forse più corposo peggioramento del tempo con cui dovremo fare i conti martedi. Qundi comincerà a montare un pò di macaja, la ventilazione si farà debole da sud e l’aria, complice la temperatura del mare (13/14°C) tenderà a non salire oltre una certa soglia.

Insomma, tenderei ad escludere il rischio pioggia, ma una copertura via via sempre più compatta e un andamento termico che non agevolerà le grigliate ad alta quota è il consiglio migliore che vi possa dare. In un contesto, in ogni caso, che viste le premesse e considerato ciò che ci aspetterà, è davvero manna!

 



in sit id, massa ut Nullam neque. commodo consequat. felis